I piccoli e preziosi Microstudi di Figline – 1/32

Hits: 46

Per qualità, quantità dei titoli, continuità editoriale, stampa sia cartacea che digitale e gratuità di entrambe le edizioni, la Collana Microstudi della Città di Figline Valdarno è una iniziativa che non ha simili certamente in Valdarno e probabilmente nell’intera Regione. Si tratta di piccoli e preziosi fascicoli (rilasciati con Licenza Creative Commons CC BY-NC-ND 4.0: libera condivisione e distribuzione a patto di indicarne l’autore, la provenienza ed il link alla licenza ma con divieto di utilizzi commerciali e trasformazioni dei contenuti) monotematici intorno alle vicende storiche, culturali, economiche di Figline e del suo territorio.

Il primo fascicolo – dedicato al restauro della campana del Palazzo Pretorio e curato da Paolo Pirillo – uscì nel 2008, l’ultimo – sull’opera Arduino d’Ivrea del patriota e drammaturgo figlinese Stanislao Morelli e curato da Edoardo Ripari – nel 2022: nei quattordici anni di mezzo il Comune di Figline ne ha licenziati altri 62. Sin dalla nascita la Collana è diretta da Antonio Natali (storico dell’arte, già direttore della Galleria degli Uffizi) e da Paolo Pirillo (già professore ordinario di Storia medievale all’Università di Bologna).

Quella che seguono sono i primi 32 dei 64 titoli licenziati sino all’anno scorso, tutti liberamente leggibili col comodo lettore di Biblioteca Valdarnese o scaricabili nel formato pdf originale. I link istituzionali dei Microstudi sono il profilo ufficiale delle Pubblicazioni del Comune di Figline e Incisa Valdarno su Internet Archive  e la voce dedicata sul Catalogo Opac. Qui per andare ai successivi 32 titoli

La campana di Palazzo Pretorio