Chi siamo

Hits: 31

Biblioteca Valdarnese è un sito aggregatore di testi, archivi storici pubblici e privati, memorie diaristiche, fotografiche, musicali, orali e di qualsiasi altro formato riproducibile riguardanti i luoghi, le comunità e la storia del Valdarno Superiore.

Nata nel 2018, l’iniziativa ha prodotto in proprio diversi progetti di digitalizzazione di archivi pubblici (carte dall’Archivio storico del Comune di San Giovanni; fondo dell’Ospedale Alberti; atti dei Tribunali militare di guerra di Firenze e Penale di Arezzo sui Moti del pane a Figline nel 1898; estratti valdarnesi dal Casellario Politico Centrale di Roma e dall’Albo d’Oro dei Caduti nella Prima guerra mondiale ) e privati (i registri parrocchiali 1786-1950 della chiesa di San Giuseppe alla Gruccia; l’archivio fotografico Betti con una sezione dedicata alla regista ambrese Emma Piscopiello; le residue carte aziendali delle Fornaci Bagiardi; tutte le carte del convento di Montecarlo, compresa una documentazione fotografica dei lavori di ristrutturazione post-bellica curata da frate Pietro Ghezzi; le memorie autografe lasciate dal ‘Curatino’ nel convento di Figline; riprese fotografiche e (in collaborazione con Mario Lanini ed Alessandro Metti) filmati interni, esterni ed aerei del Convento e della collina di Montecarlo fatti alla vigilia dell’acquisizione della proprietà da parte della Fondazione BEST; i fascicoli personali dei frati minori Raffaello Franci, Alfonso Turchetti, Pietro Ghezzi e Domenico Bacci) ed anche individuali (album fotografici di nozze celebrate nella chiesa del Convento di Montecarlo; raccolte fotografiche di una ‘Festa ai frati’ degli Anni ’70; riprese video-fotografiche di strutture ed edifici valdarnesi dismessi o comunque di valore storico ed altro).

Tutto questo materiale è in fase di classificazione ed a breve – e compatibilmente con le autorizzazioni dei soggetti produttori degli archivi originari – sarà reso liberamente disponibile alla ricerca e consultazione online.

Alla fine del 2021 Biblioteca Valdarnese ha promosso la fondazione dell’Associazione di volontariato culturale ARNO&DINTORNI O.D.V. con lo scopo di occuparsi degli stessi temi ma in una forma istituzionalizzata. Il progetto è attualmente in fase di strutturazione.